Email : spedizione@chooyu2008.com :::: Tel : +39 339.8017*** :::: Skype : ********** :::: English Version English Version
cho oyu
La Spedizione Cho Oyu 2008
A 8.201 metri c'è un punto, tra cielo e terra, che sulle carte è indicato come "Cho Oyu". E' la sesta montagna per altezza del piccolo pianeta terra. "Cho Oyu 2008" è una spedizione italiana che tra settembre e ottobre 2008 tenterà di salire in stile alpino, senza ossigeno, questi 8 chilometri abbondanti di roccia e neve. .. Leggi Tutto...
ferno asus eeepc ziehm amaka
reggiogas rescue consulting Farmacia Montecavolo mastervoice
relaitron italcomm spiracle Latteria Bismantova
amaka gvtel lepidaa
Ultime dal Blog

Nicola - sabato 20 settembre 2008 -
tutti al computer
Rientriamo al Campo Avanzato dopo una nottata di burrasca al Campo 1, dove, oltre alle attrezzatura da alta quota, abbiamo portato la nuova barella da testare nelle prossime uscite, nonostante la stanchezza ed un meteo non proprio invitante abbiamo effettuato i test clinici sulla pressione intraoculare ed ora, al comodo della tenda mensa, predisponiamo le tabelle dati da inviare a nostro Sivelli che ci dira' se continueremo a vedere le cose meravigliose che ci sono qui!
Scherzi a parte siamo soddisfatti delle condizioni fisiche e del morale che rimane sempre alto anche dinnanzi alle difficolta' dell'ambiente e della stagione, e come un appuntamento fisso ci ritroviamo a leggere i vostri commenti sul sito internet, per alcuni di noi e'l'equivalente della birra al pub...
per altri di una corsa in montagna, per tutti un tonico notevole, grazie!
Fabrizio - sabato 20 settembre 2008 -
Campo 1 Cho Oyu
La nottata a campo 1 e' passata attraverso un frullatore.
Dal lato metereologico un vento infernale ha sbattuto la neve tutta notte contro la tendina centrifugandoci, e seppellendola dal lato sotto vento.
Dal lato fisiologico la prima notte a 6400m ci ha spinto all'adattamento, lasciandoci pero' a mattina sfiniti, come se avessimo corso tutto iltempo.
Dal lato emotivo le difficolta' oggettive hanno portato qualche pensiero, ingigantito dalla notte.
Ma a mattino, pur con un vento che ha sdraiato meta' delle tende presenti al campo, pur con una temperatura di -10 gradi, pur con la testa un po' leggera, uscendo dalla tenda e guardandoci attorno ci e' scappato un sorriso..

Un sorriso spinto dalla gioia latente nella fatica del confronto con i nostri ridicoli limiti.
lorenzo - sabato 20 settembre 2008 -
Notte di forte vento a campo 1, dove molte tende sono state letteralmente spazzate via. Sane e salve le due montate da Fausto, Daniele, Fabrizio e Nicola che hanno trascorso una notte tranquilla e stanno scendendo come da programma al campo base per riposarsi.

Di seguito l'audio sulla situazione.

cho oyu forte vento
lorenzo - venerdì 19 settembre 2008 -
Comunicazione tra campo base e campo 1.

cho oyu buonanotte radio
lorenzo - venerdì 19 settembre 2008 -
Certe mattine himalayane gli sguardi non sono dei piu' incoraggianti. Le notti sono lunghe e il sonno spezzato. Il ghiaccio sulla tenda ti ricorda che non fa cosi' caldo da uscire in mutande.

In certe mattine himalayane non scommetteresti una fortuna sul fatto di riuscire ad alzarti dalla sedia della colazione.

Eppure appena gli scarponi si stringono e le spalle si appesantiscono dello zaino, il minuscolo miracolo si ripete.

In certe mattina himalayane non diresti che puoi tornare ai 6.400 metri del campo 1 con in groppa la roba per il campo 2. Invece Nicola, Daniele, Fabrizio e Fausto sono arrivati su questo pomeriggio e stanotte dormiranno a campo 1.

In certe mattine himalayane non scommeteresti mai su certi tramonti.
lorenzo - venerdì 19 settembre 2008 -
E cosi' ieri, giornata di riposo al campo base, la piccola spedizione italiana e' stata chiamata al capezzale del malandato generatore della grossa spedizione coreana.

Un'ora e mezza dopo il generatore coreano ripartiva con grande ammirazione dall'estremo oriente.

Alla fine intervista con la televisione coreana.

Solo a 5.700 metri certe cose possono succedere.
lorenzo - giovedì 18 settembre 2008 -
Piccolo video.
lorenzo - giovedì 18 settembre 2008 -
Unica certezza, la felicita' di averci provato.
Nicola - giovedì 18 settembre 2008 -
notte di sogni al chooyu
Pianificare le giornate, dopo la Puja, e' tutt'altra cosa, non tocca piu' pensare a permessi, documenti, scartoffie varie, dalla scarna ma suggestiva cerimonia che Ngima ha officiato le carte da giocare sono solo tra noi e la montagna, si tratta di forza fisica e determinazione, piu' tutta una serie di fattori che da noi umani non dipendono.
Osservando i volti dei compagni di spedizione questa variazione e' visibile ed e'commovente, partiamo dopo poco carichi dei materiali per allestire il campo a 6400 metri senza esitazione e confrontandoci con tutti gli altri che mandano avanti gli sherpa (ma proprio tutti).
Sui volti di Fabrizio, di Fausto, di Daniele e dietro la devastante smorfia di fatica del mio volto, la soddisfazione di aver attrezzato il campo ed essere ridiscesi senza sosta e' differente dalle espressioni di chi e' arrivato ed ha trovato un te caldo ad attenderlo.
Non so in cosa ma la sera mi sono addormentato sereno.
Poi ci si sveglia e si leggono i vostri commenti sul sito e si e' subito pronti a ripartire come se ci fosse il sole!
Fabrizio - giovedì 18 settembre 2008 -
Il vento sbatte la neve sui teli della tenda.
Oggi e' una giornata da dedicare a noi stessi.
Una giornata in cui si esercita la pazienza.
L'inattivita' in qualche modo forzata e' una occasione per guardare le cose anche dall'ottica opposta, per comprenderle meglio.
Essendo per noi una esperienza che per la prima volta affrontiamo, ad ogni svolta dell'orologio e' lo sperimentare luoghi, emozioni, visuali da dentro a fuori di noi.
Ma anche in direzione contraria.

Da questa intensita', da queste giornate che Daniele definisce quasi surreali, molto stiamo succhiando, come da frutti dolci.

Ieri guardando da Campo 1 verso la vetta, l'emozione ci ha portato a scoprire che tutta la fatica, le energie spese per poter essere qui, anche se sembravano schiaffoni di cui non riuscivamo nemmeno ad individuare la provenienza, era gia' un essere qui.
« Pagina Precedente | ... 3 · 4 · 5 · 6 · 7 · 8 · 9 · 10 · 11 ·... | | Prossima Pagina »

Guardando lontano: nuovi sogni
"Gasherbrum 2"
The Highest Blog
highestblog

Patrocinio di
Il Cuore della Montagna - Associazione Volontaria Cai Castelnovo ne'Monti Parco Nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano Univerità Insubria Comune Vezzano sul Crostolo Comune di Casina Comunità Montana Reggio Emilia Comune di Castelnovo ne' Monti
Quelli che..la vetta
nicola campani
Nato a Castelnovo ne' monti. Pratica Alpinismo, Scialpinismo e Arrampicata Sportiva.
daniele corsini
Residente nel comune di Castelnovo ne’ Monti (RE) è nel Soccorso Alpino da 15 anni.
Fabrizio Silvetti
Residente nel comune di Castelnovo ne’ Monti (RE) è Skyrunner, Alpinista e Scialpinista.
Fausto Sassatelli
Nato e cresciuto a Montefiorino (MO) è maestro di sci ed esperto scialpinista.
Campo Base
lorenzo campani
Il "bocia" del gruppo. Nato a Castelnovo ne' Monti, prova a far valere due anni di esperienza in Himalaya.
paolo sivelli
Residente nel comune di Legnano (MI) è Alpinista e Medico.
Ngima Sherpa
Ngima Sherpa
Ngima Sherpa sarà il nostro "angelo custode" nella spedizione del 2008 al Cho Oyu così come lo è stato nel 2007 in Nepal sull'Annapurna. La sua agenzia "Pike Expedition" è una piccola famiglia allargata. Famiglia efficiente, premurosa, simpatica.
The Highest Blog

highestblog
Portare tra gli ottomila dell' Himalaya un blog per comunicare con il mondo più in basso. Una piccola sfida, non solo tecnologica.
Newsletter
Nome:
* La tua email:
Cerca nel sito
Perchè diventare Sponsor o Partner di una spedizione come Cho Oyu 2008 ? E' una domanda semplice a cui rispondere con altrettanta semplicità :

  • L'alpinismo è una disciplina pulita, umile, faticosa, leale. Questi sono i valori che si trasferiranno anche al vostro marchio.
  • perchè il vostro investimento sarà visibile e concreto; sarete anche voi lassù, sulla sesta montagna del pianeta terra, insieme a noi.
  • perchè chi diventa sponsor può godere di agevolazioni fiscali.

Se vuoi diventare sponsor di "Cho Oyu 2008" puoi contattarci via telefono, mail, skype. Oppure contatta direttamente MediaSport.

Trekking di supporto
trekking Cho Oyu 2008
Alla spedizione "Cho Oyu 2008" è stato affiancato un trekking che, viste le condizioni politiche-sociali del Tibet della primavera scorsa, ha dirottato il proprio percorso nella valle del Khumbu (in Nepal) fino a raggiungere il versante sud dell'Everest e del Cho Oyu stesso.
Progetti
La spedizione e il trekking "Cho Oyu 2008" saranno l'occasione per sviluppare alcuni progetti, assolutamente innovativi, di carattere medico, scientifico e tecnologico. Ma non solo. A questi infatti si affiancherà anche un "progetto solidale" nel settore scolastico.

Se volete conoscere tutti i particolari sui progetti, potete visitare la pagina dedicata. Se volete contribuire ad uno dei progetti, potete trovare informazioni utili nella sezione "Contribuisci".

pietrabismantova L'appennino reggiano è la nostra terra e quando si parla della propria terra alle volte si rischia di esagerare con le lodi. Se dovesse accadere, prendetelo solo come un sintomo d'affetto, che il cielo sotto cui si è nati tende ad essere sempre più blu di qualsiasi altro, o quasi.

Anche se l'appennino reggiano non è l'Himalaya (oh no, non lo è), è di certo un posto bello, affascinante e piacevole. Un posto unico, per luoghi, orizzonti, sapori, a partire dal quello strano ed enorme sasso, messo lì chissà come e chissà quando, che chiamiamo Pietra di Bismantova. Continua a leggere >>
Credits
Tutto il materiale presente su Chooyu2008.com è rilasciato sotto licenza Creative Commons.

Leggi tutti i credits

Feed:

rss feed chooyu2008 atom feed chooyu2008
Login
:
:
Codice valido xhtml 1.0 strict